pubblico

Discussione generale sul mondo della magia.
Avatar utente
costix
Studente
Studente
Messaggi: 316
Iscritto il: mer nov 28, 2007 9:38 pm
Contatta:

pubblico

Messaggioda costix » lun ott 27, 2008 2:30 pm

non so se una conversazione come questa sia già  aperta in caso ditelo...
non pensate che il pubblico italiano sia uno dei peggiori al mondo? lo spettatore estero in particolar modo l'americano rimane stupito da ciò che vede ti ringrazia e basta, e vede in te la vera magia,per lui sei un mito, un benefattore..
gli italiani invece pensano al mago come al truffatore n° 1 cercano di scoprirti anche se tu li incanti, non si accontentano di ciò che è accaduto, vogliono in tutti i modi scoprire come hai fatto solo per il gusto di dire ho fregato il mago, non so come mai...
secondo voi è sbagliato?dite la vostra...
-costix-




conoscere un gioco non è nulla,saperlo fare è già qualcosa, ma saperlo presentare è tutto.
-Silvan-

Avatar utente
w4ve
Maestro
Maestro
Messaggi: 785
Iscritto il: lun ott 22, 2007 4:46 pm
Contatta:

Re: pubblico

Messaggioda w4ve » lun ott 27, 2008 2:54 pm

In italia il pubblico è strano, ma semplicemente perchè non è abituato alla magia...
In america il pubblico è abituato a vedere un mago, sa bene cosa fa, sa bene che è una forma d'intrattenimento e quindi non è restio nei suoi confronti, in italia invece per un 85% della popolazione un mago è uno che lavora al circo, fa il gioco delle tre carte o uno che ti legge il futuro...
Percui è normale incontrare gente che ti vede in cattiva luce, semplicemente perchè non ha idea di cosa sei :D

Per il fatto che vogliono scopire il segreto, il discorso è lo stesso: perchè non tutti riconoscono l'illusionismo come una forma d'intrattenimento, quindi non vedono il lato divertente di un effetto, non lo sanno prendere con lo spirito giusto e quindi vogliono capire i meccanismi...


E comunque, se vi capita un americano sotto mano fategli più effetti possibile...danno una soddisfazione allucinante toothy10.gif toothy10.gif
Immagine

Salvatore
Allievo
Allievo
Messaggi: 136
Iscritto il: lun ott 20, 2008 12:41 am
Località: Laureana Cilento----Perugia
Contatta:

Re: pubblico

Messaggioda Salvatore » lun ott 27, 2008 8:09 pm

Mi trovo d'accordo in pieno con w4ve. Per il pubblico italiano la Magia non è una vera e propria forma d'intrattenimento; si è carina ma niente di più. Tutti vogliono assolutamente sapere il trucco e ti tempestano di domande, soprattutto amici, e cercano durante tutto lo spettacolo di scovare una mossa che potrebbe tradire quel magonzolo. E dopo l'effetto o lo spettacolo ragionano per ore su quale potrebbe essere il trucco proponendo trame di film fantastici in cui il protagonista (il mago) azionerebbe dei misteriosi marchingegni nascosti chissà  in quale tasca occultata dall'abbigliamento fatto apposta, per cui quella carta o quella pallina svolgerebbe un movimento acrobatico finendo in quello o quell'altro posto e così creando l'effetto falso-magico. Quando uno che cerca di fare arte e di intrattenere sente questi ragionamenti, si avvilisce. E non vi dico quando vedono delle grandi illusioni al teatro. Un vero melodramma. A me è capitato di fare un poco di intrattenimento il 31 dicembre di due anni fa a casa di amici non tutti italiani di nascita ma residenti in Italia da molti anni. Gli stranieri apprezzavano di più l'effetto e si stupivano molto più piacevolmente. Ma anche se si guarda un qualsiasi video dimostrativo di un prodotto venduto da una casa magica, si nota lo stupore, estraneo per noi italiani, degli spettatori non italiani (quasi tutti i video sono americani o altro). Addirittura un parente stretto ha commentato la mia domanda su se piaceva la Magia come forma d'intrattenimento dicendo che la apprezzava solo se dopo gli si rivelava il trucco per potersi congratulare con l'artista per l'ingegno di quella mossa che produceva poi quell'effetto. Disastroso direi. Dove siamo finiti ? E comunque un pò di tempo fà  mi è capitato di trovare degli amici che apprezzarono veramente gli effetti, senza farsi e farmi troppe domande, e che tuttora mi chiedono spesso di ripetere una serata con "spetacolino" annesso. Sono stato fortunato. toothy10.gif
Ciao
Kalos

Avatar utente
costix
Studente
Studente
Messaggi: 316
Iscritto il: mer nov 28, 2007 9:38 pm
Contatta:

Re: pubblico

Messaggioda costix » mar ott 28, 2008 11:08 am

a me è capitato, in un bar, di incappare in un olandese pazzo che impazziva davanti ai miei giochetti, fenomenale, come diceva wave da super soddisfazione quando trovi uno così era tutto un oh my god e great fantastic ecc. ecc. così si che mi piace, non dover giustificare tutto quello che faccio come se fossi in un aula di tribunale...
-costix-




conoscere un gioco non è nulla,saperlo fare è già qualcosa, ma saperlo presentare è tutto.
-Silvan-

zeta
Matricola
Matricola
Messaggi: 9
Iscritto il: dom ott 26, 2008 8:53 pm
Località: colleferro
Contatta:

Re: pubblico

Messaggioda zeta » sab nov 01, 2008 7:23 pm

Verissimo!
è assurdo quando fai un giochetto e vedi quelli che iniziano a fare e ma perchè tu avevi le carte in mezzo hai capelli, ho visto che prendevi le carte con la mano mentre ti grattavi la testa, perchè hai un mazzo truccato o la pallina di spugna per qualche dote magica strana sa sparire da sola! :\
Bha cioè guardate il gioco, stupitevi se vi volete stupire, se riuscire a capire qualche trucco bene senno amen!

A volte sono arrivato al punto di dare le carte in mano a qualcuno e dire t'oh visto che hai capito tutto rifallo (ovviamente nessuno ci è mai risciuto). Ma vabè ogni persona è diversa e fortunatamente ci sono anche le persone ancora interessate che si stupiscono e si complimentano come il 99 per cento degli stranieri!
Conoscere un trucco non è niente,
Saperlo fare è già qualcosa,
Saperlo presentare è tutto!

Avatar utente
ruben
Guru
Guru
Messaggi: 2632
Iscritto il: gio apr 03, 2008 11:39 am
Località: USA e Italia
Contatta:

Re: pubblico

Messaggioda ruben » mar nov 04, 2008 12:01 pm

Amici miei,
Da parte di Ruben:
Io la vedo in qualche modo come una moneta che a due lati, Avete raggione in quell che dite. Il publico americano adesempio e piu ritirato in che senso che loro sono piu laid back-tranquilli,applaudiscono quando necessario,non fanno domande errate o fantastiche,pochi vogliono sapere,tanti non se ne fregano,certi piace essere nell mirino. Ovviamente non si puo contentare a tutti. Il publico qui o li e uno strano animale. Certo non sono un psycologo,ma ho trovato in casi dell publico Italiano molto affidabile. Ricordiamo che il teatro fu inizio in europa. Questa arte in America come tante discipline e molto diffusa specialmente con i giovani.Quasi in ogni stato esistono 1 o piu scuole magiche o negozi. Qui???

istrice
Allievo
Allievo
Messaggi: 215
Iscritto il: mar nov 18, 2008 10:20 am
Contatta:

Re: pubblico

Messaggioda istrice » dom nov 23, 2008 1:01 pm

Ciao a tutti,riposto un post che ho già  postato ma non sono riuscito ancora a risolvere il problema,ho visto che voi già  avete iniziato una discussione simile

Buongiorno a tutti,ieri sera ho visto uno spettacolo di close up con degli amici che non si interessano di magia,quindi il pubblico medio.Finito lo spettacolo tutti a discutere e chiedersi come avvesse fatto a fare quello,come quell'altro oppure, ho visto che ha fatto quel movimento che secondo me la moneta era li ecc ecc...Io sto studiando e sto pensando anche alla parte teatrale oltre alle tecniche e mi viene da chiedermi:come creare uno spettacolo dove la gente esce e oltre a come ho fatto(che mi sembra normale che se lo chieda) va oltre che parli anche delle emozioni, dell'artista e non solo dei suoi trucchi.


Capisco che bisognerà  incentrare il discorso sul rapporto che si instaura con il pubblico,presentazione ecc...ma come poter migliorare?cosa poter fare?
Il mago che faceva lo spettacolo aveva 40 anni di esperienza alle spalle ma i commenti sono comunque stati quelli.

Avatar utente
Tiwi
Allievo
Allievo
Messaggi: 54
Iscritto il: gio ago 07, 2008 2:54 pm
Località: Lodi
Contatta:

Re: pubblico

Messaggioda Tiwi » mar nov 25, 2008 7:50 pm

Anche a me capita spesso di trovare questo tipo di gente...in quei casi smetto subito.
Capita pero' anche di trovare spesso gente entusiasta e li mi sbizzarrisco.
...La luna nel pozzo, non c'è...

istrice
Allievo
Allievo
Messaggi: 215
Iscritto il: mar nov 18, 2008 10:20 am
Contatta:

Re: pubblico

Messaggioda istrice » mar nov 25, 2008 8:14 pm

Ma in questo caso il "mago" non ero io!Ma i discorsi di un pubblico medio...E il mago non poteva mica dire bene io me ne vado,era li per fare quello.Io penso che l'errore sia proprio nella presentazione ma vorrei capire in cosa bisogna puntare per evitare questo risultato scarso sebbene la tecnica fosse impeccabile!

Avatar utente
David
Admin
Admin
Messaggi: 3898
Iscritto il: lun apr 23, 2007 12:46 am
Località: Australia
Contatta:

Re: pubblico

Messaggioda David » mer nov 26, 2008 12:48 am

Non ho sentito il discorso, ma se la gente si chiede e si interroga sul come abbia fatto un trucco vuol dire che gli è rimasto qualcosa di ciò che ho fatto. Puoi metterci tutta la poesia che vuoi, puoi essere chi vuoi, ma alla fine della fiera la gente è "come ha fatto" che si chiede..
°°
/
__

Life's a laugh and death's a joke, it's true. You'll see it's all a show. Keep 'em laughing as you go.

istrice
Allievo
Allievo
Messaggi: 215
Iscritto il: mar nov 18, 2008 10:20 am
Contatta:

Re: pubblico

Messaggioda istrice » mer nov 26, 2008 7:31 am

Davide ha scritto:Non ho sentito il discorso, ma se la gente si chiede e si interroga sul come abbia fatto un trucco vuol dire che gli è rimasto qualcosa di ciò che ho fatto. Puoi metterci tutta la poesia che vuoi, puoi essere chi vuoi, ma alla fine della fiera la gente è "come ha fatto" che si chiede..


Ma a mio avviso non dovrebbe esserci SOLO il come ha fatto altrimenti anche il tizio con le campanelle o le tre carte al mercato ci si domanda come ha fatto.Lui è tecnico e non vuole intrattenere noi si.Trasmettendo il solo guarda che faccio cose che tu non capisci penso si limiti un po la magia.

Avatar utente
David
Admin
Admin
Messaggi: 3898
Iscritto il: lun apr 23, 2007 12:46 am
Località: Australia
Contatta:

Re: pubblico

Messaggioda David » mer nov 26, 2008 11:26 am

istrice ha scritto:
Davide ha scritto:Non ho sentito il discorso, ma se la gente si chiede e si interroga sul come abbia fatto un trucco vuol dire che gli è rimasto qualcosa di ciò che ho fatto. Puoi metterci tutta la poesia che vuoi, puoi essere chi vuoi, ma alla fine della fiera la gente è "come ha fatto" che si chiede..


Ma a mio avviso non dovrebbe esserci SOLO il come ha fatto altrimenti anche il tizio con le campanelle o le tre carte al mercato ci si domanda come ha fatto.Lui è tecnico e non vuole intrattenere noi si.Trasmettendo il solo guarda che faccio cose che tu non capisci penso si limiti un po la magia.


No attenzione! Durante la performance devi suscitare stupore! Io presento SOLO routine con una storia romantica/mistica insomma che abbia un forte significato simbolico, è il mio stile ed è quello che mi riesce meglio.. infatti la gente si incanta.. però è inevitabile che sentendoli parlare qualche tempo dopo la mia performance (non subito ovviamente) la gente si interroghi sul come abbia fatto; fa parte del gioco.. se non sei un bambino che CREDE alla magia è inevitabile che la curiosità  prenda il sopravvento, tale è lo stupore da voler razionalizzare quanto accaduto! E' parte della mentalità  umana!
°°
/
__

Life's a laugh and death's a joke, it's true. You'll see it's all a show. Keep 'em laughing as you go.

Avatar utente
Zioben
Maestro
Maestro
Messaggi: 765
Iscritto il: dom giu 03, 2007 8:35 pm
Contatta:

Re: pubblico

Messaggioda Zioben » mer nov 26, 2008 1:36 pm

Tornando alla discussione iniziale, secondo me spesso capita che i nostri compatrioti abbiano paura che a fine performance venga chiesto del denaro, e secondo me questo un po' li distrae da quello che si sta facendo.
Ma forse è solo una mia paranoia.

Mattia
Studente
Studente
Messaggi: 326
Iscritto il: lun feb 11, 2008 3:56 pm
Località: Modena
Contatta:

Re: pubblico

Messaggioda Mattia » mer nov 26, 2008 10:26 pm

Zioben ha scritto:Tornando alla discussione iniziale, secondo me spesso capita che i nostri compatrioti abbiano paura che a fine performance venga chiesto del denaro, e secondo me questo un po' li distrae da quello che si sta facendo.
Ma forse è solo una mia paranoia.


Sarà  una paranoia, ma anche io ho questa impressione...

Avatar utente
mago.stefano
Maestro
Maestro
Messaggi: 877
Iscritto il: mer apr 23, 2008 5:56 am
Località: Milano
Contatta:

Re: pubblico

Messaggioda mago.stefano » gio nov 27, 2008 7:48 am

Mattia ha scritto:
Zioben ha scritto:Tornando alla discussione iniziale, secondo me spesso capita che i nostri compatrioti abbiano paura che a fine performance venga chiesto del denaro, e secondo me questo un po' li distrae da quello che si sta facendo.
Ma forse è solo una mia paranoia.


Sarà  una paranoia, ma anche io ho questa impressione...


anche io ho questa impressione :D :D :D :D
Da dove deriva il potere? Dal destino, dall'astuzia o dal diritto divino?
http://www.charlieballoonmagic.it/


Torna a “Magia”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti